Salta al contenuto principale
Attendere prego...

Circolare applicativa sul caro materiale.

Il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili firma le istruzioni per le compensazioni alle imprese.

Giovannini ha firmato la circolare per chiarire le procedure da seguire per riconoscere le compensazioni alle imprese di costruzioni colpite dal rincaro dei materiali.

Le istanze dovranno essere presentate al Direttore Lavori che calcolerà l'ammontare degli extra-costi e lo comunicherà al Rup.

Il documento specifica che il D1 sostegni-bis accorda un ristoro degli extra-costi contabilizzati all'interno dei cantieri pubblici nel primo semestre 2021. 

La compensazione è determinata applicando alle quantità dei singoli materiali impiegati nelle lavorazioni eseguite e contabilizzate dal direttore dei lavori dal 1° gennaio 2021 fino al 30 giugno 2021 le variazioni in aumento o in diminuzione dei relativi prezzi rilevate dal citato decreto con riferimento alla data dell’offerta, eccedenti l’otto per cento se riferite esclusivamente all’anno 2021 ed eccedenti il dieci per cento complessivo se riferite a più anni.

Per i contratti sottoposti al regime del nuovo codice dei contratti, le compensazioni sono determinate al netto delle compensazioni eventualmente già riconosciute o liquidate in relazione al primo semestre dell’anno 2021, ai sensi del medesimo dell’articolo 106, comma 1, lettera a), del d. lgs n. 50/2016.

Al fine di assicurare uniformità ed omogeneità di comportamenti, il MIMS ritiene opportuno fornire con la circolare le modalità operative per l’applicazione dell’istituto della compensazione.

In allegato la circolare.

Il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili firma le istruzioni per le compensazioni alle imprese.